Pesto al basilico e tofu

Fare un pesto al basilico senza formaggio, è una di quelle cose che non avrei mai pensato di fare.
Io adoro il pesto alla genovese fin da quando ero bambina. Ho una vera passione o dovrei dire, quasi una fissazione. Ogni volta che vado al ristorante quando mi trovo in Liguria, mio marito sa già su cosa cadrà la mia scelta e devo dire che è così anche per i miei figli.
Ora, potrà sembrare un’eresia, ma qualche giorno fa, volendo fare una quiche vegana, ho pensato di utilizzare il mio adorato pesto, ma in versione dairy-free.
Beh, sono rimasta molto soddisfatta del risultato, (a differenza di altri esperimenti non sempre così riusciti) perché l’ho trovato veramente buono e sì, facevo proprio i salti di gioia perché inizialmente temevo che avrei ottenuto una schifezza o comunque qualcosa di imparagonabile all’originale, e invece è stata una rivelazione e ne sono felice ancora di più perché potrò proporlo a una mia cara amica, il cui bambino è fortemente intollerante ai latticini.

1468590325669

Ecco la ricetta semplice e veloce, del mio pesto al basilico e tofu, cremoso e delicatamente saporito.

PESTO AL BASILICO E TOFU

INGREDIENTI

Per 4 persone

2 belle manciate di foglie di basilico
2 cucchiai di pinoli (o 1 di pinoli e 1 di anacardi)
3-4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
Sale q.b
Un pezzetto di tofu al naturale, gr 30-40 circa

1468590384054

Vediamo insieme come si fa

Mettere le foglie di basilico lavate e delicatamente tamponate, in un blender con olio, sale e frullare a più riprese

Aggiungere i pinoli e per finire il tofu e frullare ancora fino a ottenere una consistenza cremosa

Aggiustare di sale e olio se occorre.

NOTE

In pochi attimi il pesto è pronto. Non frullare più del necessario per evitare di annerire prematuramente il basilico

Si conserva in frigo per qualche giorno, in quanto privo di conservanti, coperto da un velo di olio extravergine d’oliva

Se al momento di condire la pasta, il pesto risultasse un po’ denso, è sufficiente diluirlo con poca acqua di cottura