Crema di avocado

“L’avocado fa bene al cuore”, diceva mia mamma quando ero bambina, e non era un’espressione poetica la sua, ma un modo schietto e semplice, per indicare le virtù terapeutiche di questo frutto esotico.
Quanto aveva ragione.
L’avocado, infatti, è ricco dei cosiddetti grassi buoni che ne fanno un buon alleato contro il colesterolo. Per non parlare del notevole contenuto di antiossidanti e vitamine che permettono di annoverarlo fra gli alimenti antitumorali, nonché in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare.
Scommetto che da domani, nel carrello della spesa, non mancherà più un buon avocado.

1439903722676CREMA DI AVOCADO

INGREDIENTI

1 avocado maturo
2-3 cucchiaini di olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe
Succo di un 1 limone
Prezzemolo (facoltativo)

1439903423432

Vediamo insieme come si fa

Con un coltello affilato, tagliare a metà l’avocado in verticale e ruotando un po’ in senso opposto, le due metà, staccarne una dal grosso nocciolo.

Con un cucchiaio, estrarre la polpa. Questa operazione avviene facilmente se l’avocado è maturo.

Inserire la polpa in un blender, con l’olio extravergine, il succo di limone, sale e pepe e frullare fino ad ottenere una crema omogenea.

Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sale, pepe o limone secondo il proprio gusto (io per esempio abbondo di limone e non disdegno neanche il pepe)

A me piace unire un ciuffetto di prezzemolo, precedentemente lavato e tritato finemente, ma non è indispensabile.

NOTE

Il problema che si pone sempre quando non si è molto pratici, è come scegliere l’avocado. Sarà abbastanza maturo? Lo sarà troppo?
Io faccio così: lo compro ancora sodo, bello verde, così sono sicura che non abbia parti nere e soprattutto non sia già da buttare.
A casa lo lascio maturare fuori dal frigo e quando toccandolo, lo sento morbido (ma non troppo molle) po ‘ dappertutto, è ora! Se per qualche ragione, in quel momento non ho tempo di prepararlo, lo metto in frigo per uno o due giorni al massimo.

Come usare la crema di avocado, più nota come guacamole?
Sul pane, per fare dei crostini, come famoso accompagnamento di patatine di mais tipo tortillas. A me piace usarlo anche come intingolo da aggiungere alle insalate o come salsa per condire panini con (veggie) burger come questo

Precedente L'eleganza della Lantana bianca Successivo Insalatina di fichi e more