Zuppa di ceci e porcini

1422465451665

Nei giorni scorsi ha nevicato e i bambini erano entusiasti. Da tempo aspettavano di poter giocare sulla neve e sono stati accontentati.
Il tempo di infilare loro le tute da sci e son corsi in giardino per darsi alla pazza gioia, tra pupazzi in miniatura (scivoloni) e palle di neve.
…e una volta abbandonato il campo di battaglia, l’euforia è proseguita a tavola, tra un cucchiaio di zuppa e un racconto.

ZUPPA DI CECI E PORCINI

Posso solo dire che questa zuppa è tanto buona. Il sapore rustico dei ceci incontra la dolcezza del porro e la freschezza delle erbette, mentre il gusto intenso dei funghi si fonde con il trito aromatico.
Una zuppa cremosa, ma non troppo, con una nota piccante appena accennata.
Un autentico comfort food, di quelli che scaldano anche l’anima, per affrontare al meglio, le giornate di fine inverno.

INGREDIENTI
Per 4 persone

200 gr di ceci secchi
30 gr di funghi porcini secchi
1 porro
1 mazzo di erbette (o spinaci)
Rosmarino
Timo
1 foglia d’alloro
1 spicchio d’aglio
Peperoncino piccante in polvere
Olio extravergine d’oliva
Sale

Vediamo insieme come si fa

Mettere a mollo i ceci per 24 ore, quindi versarli in una pentola d’acqua fredda con l’aglio, l’alloro e cuocere per 4 ore.

Tenere da parte l’acqua di cottura e passare un terzo dei ceci al passaverdura (io frullatore a immersione)

Lasciare i funghi in ammollo (io per due ore), colare e tagliare a pezzetti.

Affettare il porro, soffriggere in poco olio e aggiungere un po’ di rosmarino e timo tritati (io circa un cucchiaino di trito), un pizzico di peperoncino, i ceci, i funghi e cuocere altri 5-6 minuti.

Unire l’acqua di cottura dei ceci, le erbette tagliate a striscioline, sale e cuocere per 15 minuti a pentola coperta a fiamma bassa.

NOTE

Per dimezzare i tempi di cottura dei ceci utilizzo spesso la pentola a pressione.

Per una versione ultrs speady, si possono usare ceci già lessati (in scatola), aggiungendo brodo vegetale in sostituzione dell’acqua di cottura dei ceci.

Fonte: Sale&Pepe

Precedente Crostatine alla crema di arachidi e fondente Successivo Cotognata di mele e pere un'antica bontà